On Air
RPZ Selection Le migliori HIT del momento e i più grandi successi del passato!
Home
  • Home
  • Music and Pet News
  • Fabio Rovazzi al cinema con Il Vegetale, il nuovo film di Gennaro Nunziante: tra risate e tanta verità anche un messaggio positivo
Fabio Rovazzi

Fabio Rovazzi al cinema con Il Vegetale, il nuovo film di Gennaro Nunziante: tra risate e tanta verità anche un messaggio positivo

22 Gennaio 2018 Music and Pet News


Fabio-Rovazzi-al-cinema-con-Il-Vegetale-e1516638961242-740x350.jpg.pagespeed.ce.f4dydVj43Q

Fabio Rovazzi arriva sul grande schermo con una commedia per tutta la famiglia e una buona dose di messaggi positivi.

Fabio Rovazzi al cinema con Il Vegetale, il nuovo film di Gennaro Nunziante con protagonista il non-cantante della scuderia Newtopia di J-Ax e Fedez. Il film è uscito nelle sale cinematografiche italiane lo scorso giovedì 18 gennaio, giorno del compleanno dello stesso Fabio Rovazzi.

Alla sua prima esperienza cinematografica, Fabio Rovazzi si cala nei panni di un ventenne neolaureato in Scienze della Comunicazione e Marketing, in cerca di lavoro e alle prese con i primi colloqui con varie aziende di pubblicità. Il giovane Fabio è un ragazzo gentile, onesto, di saldi principi e valori etici, al contrario del padre disonesto che lo ha abbandonato e si è rifatto una famiglia lontano da lui.
Tra imprevisti e nuove conoscenze, grazie all’azienda di pubblicità per cui è stato selezionato, Fabio si ritroverà a svolgere uno stage molto diverso da ciò che si era prefigurato: il ragazzo viene mandato in un paesino sperduto nel Lazio a coltivare i campi insieme ad altri ragazzi. Qui la sua vita prenderà una nuova piega, tra l’amicizia con un manager (Luca Zingaretti), il rapporto con la sorellastra minore viziata (Rosy Franzese) e la cotta per l’insegnante Caterina (Paola Calliari).
Il titolo “Il vegetale” fa riferimento all’appellativo utilizzato dal padre di Fabio (Ninni Bruschetta) e dalla sorellastra per definire il protagonista. Fabio fa parte, infatti, di quella generazione di giovani chiamata “vegetali”, che vivono nella precarietà.
Non è un film perfetto, diversi sono gli scivoloni tecnici, in primis le inquadrature in macchina con un green screen troppo evidente. Nonostante ciò, al suo debutto cinematografico Fabio Rovazzi in veste di attore è una bella sorpresa, e riesce a trascinare il pubblico con disinvoltura e divertimento.
Si tratta di un film per tutta la famiglia, divertente e molto ironico, che va preso per quello che è: una commedia all’italiana, tipica di Nunziante, già regista dei film Quo Vado?, Cado dalle nubi e Sole a catinelle con Checco Zalone. Ma è anche un film che tratta di un tema molto caro all’Italia di oggi, ovvero la disoccupazione giovanile e la precarietà che caratterizza i giovani che vogliono approcciarsi al mondo del lavoro.
Il Vegetale con Fabio Rovazzi lancia un messaggio, o meglio, ne lancia due: il primo, è la speranza, la positività, il “mai smettere di provarci”. Il giovane Rovazzi non si ferma davanti a nulla; vuole, con onestà, trovare il proprio posto nel mondo della Pubblicità. Al tempo stesso, lancia anche un messaggio di intraprendenza: Fabio si accorge che ad un certo punto la situazione gli sfugge dalle mani, di essere intrappolato in un labirinto di false promesse e contratti inesistenti, e prova quindi a reinventarsi.
Il Vegetale di Gennaro Nunziante ha debuttato positivamente al box office durante il primo weekend, incassando più di mezzo milione di euro, piazzandosi al secondo posto dietro a Benedetta Follia di Verdone.

Fonte: www.optimaitalia.com

 


,